Foto-120907_-013
Foto-120907_033
Foto-120907_092
Foto-120907_073
Foto-120907_063
sicurezza e ambiente
DICHIARAZIONE DI POLITICA PER LA SALUTE, LA SICUREZZA, L’AMBIENTE E LA PREVENZIONE DEGLI INCIDENTI RILEVANTI
11 Luglio 2018
studenti api raffineria
Non sapevo cosa mi aspettasse… non conoscevo il mondo del lavoro
28 Dicembre 2018

Alternanza: la scuola e i ragazzi crescono con le aziende

130 studenti in api raffineria in un anno per il proprio progetto formativo 

scuola lavoro api raffineria

api ha firmato con il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca(MIUR) un protocollo di alternanza scuola lavoroe da marzo scorso, nella Raffineria di Falconara, è iniziato il periodo più intenso di questa attività. 

L’Alternanza scuola-lavoro è una modalità didattica innovativa che permette agli studenti di arricchire la propria formazione direttamente sul campo. Durante questo anno scolastico sono stati coinvolti circa 130 studenti, provenienti da Licei e da Istituti tecnici del territorio falconarese, che hanno avuto modo di consolidare le conoscenze acquisite a scuola attraverso l’esperienza pratica in varie funzioni della nostra raffineria. 

La legge 107 del 2015 (cosiddetta La Buona Scuola) ha introdotto e reso obbligatoria l’Alternanza scuola-lavoro per tutti gli studenti degli ultimi tre anni delle scuole superiori. L’obiettivo è di testare sul campo le attitudini degli scolari ma soprattutto di orientarne le scelte lavorative future attraverso progetti in linea con il loro piano di studi. 

La Raffineria api di Falconara ha siglato una convenzione triennale con l’istituto “Volterra- Elia” di Ancona, da cui proviene la maggior parte degli studenti. A partire da lunedì 12 marzo e fino alla conclusione dell’anno scolastico gli studenti delle classi III, IV e V (tutte ad indirizzo chimico) sono stati  suddivisi in 5 gruppi da 18 ragazzi e coinvolti in 6 periodi formativi di alternanza per la durata di 2 settimane ciascuno.

In ogni periodo formativo i singoli gruppi di studenti hanno avuto modo di conoscere una funzione diversa di raffineria: Logistica, Salute Sicurezza e Ambiente, Tecnologico, Manutenzione e Ingegneria di Costruzioni. Inoltre, un percorso formativo più specifico  è stato destinato ad altri studenti divisi in 3 gruppi da 9 ragazzi della IV classe ad indirizzo informatico. Questi ultimi, ospitati presso la funzione “Magazzino”, hanno seguito l’ottimizzazione del software di gestione scorte insieme ai tecnici della raffineria mentre 2 tirocinanti della IV classe sono già attivi presso il “Laboratorio” per conoscere le modalità operative nelle analisi delle acque di falda e acque reflue.

I percorsi formativi, destinati agli studenti dei territori limitrofi, sono frutto di una stretta collaborazione tra docenti e operatori di raffineria che hanno studiato i punti di contatto tra la didattica e la pratica sul luogo di lavoro. In questo modo sono stati definiti i percorsi più adatti per ciascun indirizzo di studio e gli obiettivi formativi per gli studenti. 

Da alcuni anni la Raffineria di Falconara ha sviluppato una positiva interazione e collaborazione con le comunità scolastiche locali attraverso le tradizionali visite aziendali ma oggi, grazie all’ing. Cogliati e a tutti i suoi collaboratori, assistiamo alla realizzazione di una  grande e complessa “macchina formativa”.

Siamo sicuri che esperienze simili aiuteranno i ragazzi e le loro famiglie a comprendere la ricchezza di saperi e di competenze che c’è in un sito industriale come una raffineria e, al tempo stesso, di apprendere in anticipo valori, ritmi e consuetudini del mondo del lavoro. 

B – Nel mese di marzo è iniziato in Raffineria il periodo più intenso di attività di alternanza scuola lavoro in attuazione del protocollo firmato da api con il Ministro dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca. 

Sono stati circa 130, alla fine di questo anno scolastico, gli studenti che si sono affiancati in alternanza alle varie funzioni di raffineria, tutti provenienti da Licei e da Istituti tecnici del territorio attorno a Falconara. Il numero maggiore di questi ultimi provengono dal “Volterra- Elia” di Ancona, con cui la raffineria ha firmato una convenzione triennale.

Qualche numero di dettaglio: le classi III, IV e V del “Volterra-Elia”, tutte ad indirizzo chimico, sono state impegnate, a partire da lunedì 12 marzo e fino alla conclusione dell’anno scolastico, in 6 periodi formativi di alternanza, della durata di 2 settimane ciascuno, con l’impegno di 18 ragazzi alla volta. 

Per ogni periodo formativo i 18 studenti, suddivisi in 5 gruppi, saranno ospitati a rotazione presso altrettante funzioni di raffineria: Logistica, Salute Sicurezza e Ambiente, Tecnologico, Manutenzione e Ingegneria di Costruzioni. 

Altri studenti seguiranno dei percorsi più mirati: 9 ragazzi, in gruppi di 3, tutti frequentanti la IV classe indirizzo informatico, sono ospitati presso la funzione “Magazzino” dove seguiranno insieme ai tecnici della raffineria l’ottimizzazione del software di gestione scorte.

2 tirocinanti della IV classe indirizzo chimica sono invece già attivi presso il “Laboratorio” per conoscere le modalità operative nelle analisi delle acque di falda e acque reflue

I percorsi, che si sommano alle tradizionali e già numerose visite aziendali da parte di studenti della zona, non sono improvvisati, ma nascono da un anno di incubazione e cooperazione tra i docenti e gli operatori di raffineria, che insieme hanno identificato gli spazi più adatti alla didattica sul luogo di lavoro, i percorsi più adatti per ciascun indirizzo di studio e gli obiettivi formativi per gli studenti.

L’ing. Cogliati e a tutti i colleghi di raffineria hanno messo in piedi una “macchina formativa” grande e complessa, che aiuterà certamente i ragazzi e le loro famiglie a comprendere la ricchezza di saperi e di competenze che c’è in una raffineria, e di apprendere in anticipo valori, ritmi, consuetudini del mondo del lavoro.