Foto-120907_-013
Foto-120907_033
Foto-120907_092
Foto-120907_073
Foto-120907_063
Sicurezza strade
Sicurezza stradale, tutti a lezione
7 luglio 2016
beach volley
Safe Cup 2016 per la squadra di beach volley
22 luglio 2016

Youth Games, sport e cooperazione

Youth GamesDal 15 al 17 giugno Ancona ha ospitato la seconda edizione dei Giochi della Gioventù della Macroregione Adriatico-Jonica, manifestazione voluta e organizzata anche per il 2016 dall’ Amministrazione comunale dorica e realizzata con il supporto della Regione Marche, con la collaborazione del Forum delle Città dell’Adriatico e dello Ionio, dell’Ufficio Scolastico Regionale per le Marche- M.I.U.R., CONI, Autorità Portuale di Ancona, Camera di Commercio di Ancona, Marina Militare, Segretariato per l’Iniziativa Adriatico Ionica , Aiccre e Rete Città Sane.

Spirito dell’iniziativa, sostenuta tra gli altri anche da api raffineria da sempre sensibile e partecipe nell’avviare ed educare i ragazzi allo sport, quello di promuovere lo sport, la sana competizione e l’integrazione tra i popoli.

“I giochi della Macroregione adriatico ionica sono un evento sportivo capace di favorire l’integrazione europea, non solo un momento agonistico ma soprattutto un occasione di crescita, di scambio, di amicizia fondata sui valori dello sport, nel rispetto reciproco e nella solidarietà. Creare un ponte fra culture attraverso la competizione sportiva è la risposta per guardare con ottimismo ad un futuro migliore.” Questo il saluto del Presidente della Regione Marche, Luca Ceriscioli, per l’avvio degli Youth Games. “Lo sport educa al rispetto dell’altro” ha continuato il presidente del Consiglio Regionale Antonio Mastrovincenzo. “Per questo i giovani che partecipano ai giochi della Macroregione si fanno promotori di una stagione di confronto e comunicazione tra popoli che hanno deciso di costruire una strategia comune di sviluppo e di integrazione.”

Bandiere al vento, sport, colori e tanta musica per la cerimonia di apertura durante la quale gli atleti e le delegazioni hanno sfilato da Piazza Pertini fino al Porto Antico.

Tre giorni di gare che hanno visto arrivare ad Ancona oltre mille persone tra giovani atleti, accompagnatori e componenti delle delegazioni provenienti da otto paesi diversi: Italia, Albania, Bosnia Erzegovina, Croazia, Grecia, Montenegro, Serbia e Slovenia.
Tredici le discipline di confronto agonistico per i ragazzi: atletica, basket, beach-volley, calcio, pallamano, ginnastica ritmica, pallanuoto, pallavolo, rugby, scherma, taekwondo, tennis e vela. Una ventina gli impianti sportivi interessati all’evento nel territorio anconetano. Testimonial di eccezione di questa manifestazione, che si è rivelata anche una grande occasione di visibilità internazionale per un capoluogo che punta sempre più sul turismo, tre campioni dorici di caratura mondiale: Alberto Rossi per la vela d’altura, Giorgia Speciale per il windsurf e Alberto Tamberi per il salto in alto.

Cerimonia di chiusura dei giochi all’Arco Traiano con la premiazione dei vincitori e, a seguire, musica e fuochi di artificio per tutti.
I giochi della Macroregione hanno chiuso la settimana europea iniziata con il summit del Forum delle Città dell’Adriatico e con il Forum delle 46 Camere di Commercio dell’Adriatico e dello Ionio che vantano un volume di interscambio commerciale tra le due sponde di 27 milioni di euro.

 

ancona youth games