Foto-120907_-013
Foto-120907_033
Foto-120907_092
Foto-120907_073
Foto-120907_063
I composti organici volatili (COV)
14 aprile 2014
Teatro Panettone Ancona
Panettone, un teatro ecosostenibile grazie ad api
30 aprile 2014

La Messa In Sicurezza Operativa di suolo e sottosuolo

Il trend dei quantitativi di acqua emunta dalla falda conferma una situazione ormai a regime, con un totale di 3.356 milioni di mc nel 2012.

Il prodotto recuperato è anch’esso in linea con l’anno precedente, conteggiando un apporto più alto nei quantitativi recuperati dai pozzi. Tali dati sono diretta conseguenza dell’efficienza della barriera idraulica, il cui funzionamento, sia in termini di ore che di portata, risulta ormai da alcuni anni intorno al 100%.

Da tempo impegnata nel garantire la messa in sicurezza di suolo e sottosuolo, api ha arricchito il sistema di presidio sviluppato sulla base del modello idrogeologico,
presentando un approfondimento del Progetto di Messa in Sicurezza Operativa (MISO).

Il nuovo documento verrà discusso nel 2013 in sede di Conferenza dei Servizi.

Nel frattempo, sono stati realizzati alcuni interventi tra quelli inseriti nel cronoprogramma pluriennale, quali il potenziamento della barriera di reimmissione lato Villanova, l’adozione di un nuovo collettore ancora più efficace nel convogliare le acque destinate alla reimmissione, il rafforzamento dei sistemi di recupero prodotto. Il TAF (impianto Trattamento Acque di Falda) è stato sottoposto ad attività di ottimizzazione per arrivare al riutilizzo delle acque trattate, oltre che nei processi di produzione vapore, anche nella reimmissione, garantendo, al contempo, minor ricorso alle risorse naturali primarie.

Hanno compiuto ulteriori step di avanzamento le opere di dotazione doppi fondi dei serbatoi e la pavimentazione delle pipe-way.

 

grafico prodotto recuperato