Foto-120907_-013
Foto-120907_033
Foto-120907_092
Foto-120907_073
Foto-120907_063
Lavorare per la sicurezza
Lavorare per la sicurezza
16 maggio 2010
Formazione
Le persone come risorsa fondamentale
16 maggio 2010

Gli interventi di prevenzione dei rischi di incidente rilevante

È dal 1989 che, tra le aziende soggette alla normativa per la prevenzione da rischi di incidenti rilevanti, la raffineria api si è dotata del Rapporto di Sicurezza. Costantemente aggiornato per rispondere alle variazioni impiantistiche, il documento in vigore rappresenta la quarta edizione, revisionata in ultimo nel 2009, ed è espressione di un’approfondita analisi dei rischi potenziali, conseguenti all’interazione tra attività industriali e contesto, ovvero lavoratori, stabilimento e territorio esterno circostante. Obiettivo del Rapporto di Sicurezza, che viene sottoposto ad istruttoria ad opera del Comitato Tecnico Regionale (CTR), è la prevenzione e la minimizzazione dei rischi con l’individuazione delle soluzioni tecnologiche e gestionali migliori.

SicurezzaAltrettanto importante è la pianificazione delle corrette risposte rispetto ai potenziali eventi incidentali. Nel 2008 le attività sul Rapporto di Sicurezza si sono svolte secondo i programmi stabiliti, a fronte della verifica del documento redatto nel 2004, conclusasi nel 2006. L’inserimento delle doppie tenute e l’installazione delle MOV, ossia valvole di intercettazione remotizzate, hanno riguardato sia il Reparto Alta Pressione che il Reparto Bassa Pressione. La pavimentazione delle pipe-way in area Movimentazione e l’eliminazione delle tubature interrate presso l’ex-Deposito Nazionale hanno rappresentato step di una pianificazione pluriennale che ha l’obiettivo di eliminare il rischio di contaminazioni del suolo e sottosuolo, anche qualora dovesse verificarsi un incidente rilevante. Significativi gli interventi sui serbatoi: suddivisi in più anni, per il 2008 hanno compreso l’ispezione acustica preventiva per il controllo dello stato dei fondi, la realizzazione di doppi fondi, l’installazione di sistemi di arresto delle fiamme negli stoccaggi di gasolio a tetto fisso in modo da impedire un eventuale effetto domino.