Foto-120907_-013
Foto-120907_033
Foto-120907_092
Foto-120907_073
Foto-120907_063
I dati dell’UP: in Italia in 5 anni consumi di petrolio ridotti di un quarto
19 luglio 2012
Drink Smart
Drink Smart … chi sballa sbanda
25 marzo 2014

Giornate FAI di primavera

L’Ex Officina Squadra Rialzo si apre al FAI ed alla cittadinanza.
Due giorni alla scoperta dei tesori storici, artistici e paesaggistici della nostra Regione. Tornano le Giornate Fai di Primavera, che sabato 22 e domenica 23 Marzo permetteranno di ammirare luoghi solitamente chiusi al pubblico.
Fai giornate di primaveraOtto le località interessate nella provincia di Ancona.

Uno dei tesori della “due giorni” Fai è l’Ex Squadra Rialzo di Falconara di proprietà api che la Famiglia Brachetti Peretti ha concesso di aprire al pubblico.

L’edificio in stile razionalista risalente alle primi decenni del XX secolo è un esempio di archeologia industriale, giunto intatto fino ai giorni nostri. Indiscutibile il valore storico-tecnico dell’ex officina Squadra Rialzo, la cui funzione era quella di officina specializzata nelle revisioni e riparazioni dei carri merci. In occasione delle due giornate Fai è stata allestita all’interno dell’edificio una mostra fotografica sui mezzi ferroviari in riparazione e sulla storia dell’officina.

Molti altri i siti da scoprire ed apprezzare nella nostra Provincia, dal Museo Archeologico Nazionale di Ancona che espone tre teste ritratto della dinastia Giulio-Claudia, al Palazzo Mastai Ferretti di Senigallia senza dimenticare Fabriano con il sito archeologico di Attidium e Sassoferrato con la chiesa di San Pietro ed il Monastero di Santa Chiara. Ostra partecipa con il Museo civico e la sua raccolta di manoscritti quattrocenteschi , Jesi con Palazzo Honorati-Carotti ed il suo splendido scalone monumentale. Infine, ma non ultimo in ordine di importanza, Cupramontana apre l’Eremo dei Frati Bianchi situato in una profonda gola naturale, caratterizzato da grotte scavate nella parete di arenaria alla fine del 1200 dai monaci Camaldolesi che decisero di viverci.

Per maggiori informazioni si può contattare il sito www.giornatefai.it