Foto-120907_-013
Foto-120907_033
Foto-120907_092
Foto-120907_073
Foto-120907_063
EVENTI ODORIGINI DAL SERBATOIO TK61: EPISODIO CHIUSO
20 aprile 2018
dossier analisi aria
RAPPORTO SULLA QUALITA’ DELL’ARIA NEL TERRITORIO DI FALCONARA M.MA E CONFRONTO CON LA SITUAZIONE REGIONALE
6 giugno 2018

Falconara, Qualità dell’Aria in miglioramento

Dati e valori in linea con il resto della regione

dossier aria falconara
FALCONARA MARITTIMA – La qualità dell’aria nel territorio di Falconara risulta in miglioramento ed è assolutamente confrontabile con quella rilevata in altre aree delle Marche che non risentono della presenza della raffineria, ma registrano valori in linea con quelli della centralina di Falconara Scuola, e spesse volte concentrazioni di inquinanti ancora più elevate.
I valori rilevati dalle centraline di Falconara Scuola, Falconara Acquedotto, Falconara Alta, infatti, rientrano tutti nei limiti fissati dalla normativa di riferimento e risultano in generale diminuzione; il numero di superamenti registrati in merito al particolato (PM10 e PM2.5) – situazione che accomuna Falconara ad altre realtà regionali – risulta anch’esso in decremento nel biennio 2016-2017.

Queste in estrema sintesi le considerazioni finali di un dettagliato Rapporto sulla Qualità dell’Aria sul territorio di Falconara e che nasce con l’obiettivo di offrire un contributo trasparente e oggettivo alla discussione pubblica che sempre più spesso si sta sviluppando intorno alle tematiche ambientali e della salute, con particolare riferimento all’impatto della raffineria api.
Le considerazioni emerse, scaturiscono dall’analisi dei dati rilevati tra il 2011 e il 2017 dalle centraline di monitoraggio che compongono la Rete di Rilevamento della Qualità dell’Aria, gestita dall’ARPAM per conto della Regione Marche. Tutti i valori riportati, quindi, sono pubblici e reperibili all’interno del sito wwww.arpa.marche.it.

LA RAFFINERIA E’ SOLO UNO DEI FATTORI CHE INFLUENZANO LA QUALITA’ DELL’ARIA.

La qualità dell’aria nel territorio di Falconara è influenzata da una pluralità di sorgenti emissive. Oltre al sito api, infatti, vanno considerati il traffico stradale, il riscaldamento domestico, le altre attività industriali, le attività agricole. A testimoniare il contributo di fonti differenti vi sono, da un lato, l’assenza di variazioni significative nelle concentrazioni di inquinanti durante i periodi di fermata degli impianti di raffineria, compreso il primo semestre del 2013, e, dall’altro, le variazioni di concentrazioni di alcuni inquinanti in base alle stagioni, a fronte di un’attività di raffineria stabile e costante.

IL CONTRIBUTO DEL SITO API ALLA QUALITA’ DELL’ARIA E’ CONTROLLABILE.

La qualità dell’aria sul territorio di Falconara risente, quindi, in maniera contenuta e controllabile degli apporti emissivi provenienti dal sito api, apporti che rispettano tutti ampiamente i limiti prescritti dall’Autorizzazione Integrata Ambientale rilasciata dal Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Mare.

Pubblichiamo di seguito l’intero rapporto, completo di dati, cosicché ognuno possa valutare la reale situazione al di la di ogni tipo di manipolazione.

Giovanni Bartolini e Roy Gianni


RAPPORTO SULLA QUALITA’ DELL’ARIA NEL TERRITORIO DI FALCONARA M.MA E CONFRONTO CON LA SITUAZIONE REGIONALE

Dossier completo

Indice